Il grido ed altri rumori

 

Ugo Guidi, "Il grido"
Ugo Guidi, “Il grido”

 

Se hai la voce che penzola
da un cappio legato all’ugola
allora la senti mentre
ti strozza la gola cercando
di rapire le parole che
inutilmente pendono
sul nulla
dal palato.

Solo un grido che parta dalle viscere può
rompere il silenzio di cristallo
e aprire le porte al suono del non detto.

Però intorno si sentono solo
flatulenze semantiche e qualche
lontana scorreggia.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *