No-B-Day – Potrebbe finire male

In un articolo pubblicato su Piovono Rane, Alessandro Gilioli esprime il timore che il 5 Dicembre, giorno del No-B-Day, possa diventare il “casus belli” che giustifichi il generarsi di “un clima in cui lo Stato «deve reagire all’eversione e all’odio”. Ovvero una giustificazione ad una azione di repressione alla cieca.

Mentre Gilioli auspica che l’Italia diventi “un paese civile, magari perfino con una destra democratica e costituzionale con cui poter bisticciare tutti i giorni, come in ogni paese normale”, io ho paura invece che ci cascheremo in pieno. Che cascheremo in pieno nella trappola psicologico-mediatica annunciata con il Si-B-Day. Ci cascheremo, in questa manipolazione politico-sociale, come pere mature nel cestello di vimini aggangiato al braccio del manipolatore travestito da contadinella. Purtroppo, temo che accada l’inevitabile. Mentre, però, la colpa sarà di coloro che perderanno il controllo, la responsabilità (che è cosa ben più grave della colpa, perchè prevede il dolo) sarà di coloro che avranno avuto l’ideona di invadere uno spazio che non era il loro. Un anno ha 365 giorni.

Considerato ciò, la cosa più triste sarà un’altra: “la colpa e la responsabilità sarà di chi ha espresso con la violenza un sentimento di una minoranza che va controllata e repressa”. Questo sarà il commmento che udiremo a reti unificate in tutti i TG e salotti televisivi che si occuperanno di questa faccenda, se se ne occuperanno. E questo accade quando il potere è nelle mani di pochi o di uno solo. E per di più con seri problemi dell’ego.

Non ho mai desiderato, più di oggi, di sbagliarmi.

2 thoughts on “No-B-Day – Potrebbe finire male

  1. In un contesto che sia democratico una minoranza (che tanto minoranza non è) ha il diritto di manifestare il suo disaccordo. Per questo è stato scelto un giorno dell’anno. Non capisco perchè si sia scelto lo stesso giorno per una manifestazione opposta. Ci ricordiamo di quelli coi manganelli nella manifestazione avvenuta mesi fa lasciati passare dalle camionette dei carabinieri? chi ce li ha messi quelli. In Italia siamo fermi agli anni 70. nelle mani di manipolatori senza scrupoli.

  2. La colpa e la responsabilità sarà di una minoranza fascistoide (i dipietristi) e antidemocratica (i comunisti) che non accetta il risultato delle urne.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *