Tag Archives: Gialli Mondadori

Gialli Mondadori: caso (ir)risolto

Agiornamento 2 Marzo 2010, ore 17.20: Ovviamente, dopo averlo scritto, sono andato a postare il link dell’articolo nel blog dei Gialli Mondadori, blog in cui è in atto (da qualche tempo) un po’ di censura ai commenti degli utenti che non siano “Faccio i miei migliori auguri al grande e famoso nuovo direttore” e sbavataggini varie. Ovvio, è un blog di letteratura che vuole rimanere fuori da beghe politiche e/o massoniche. Ma se è davvero così, farebbero bene a cambiare il loro nuovo direttore. Comunque, il mio commento è scomparso, assieme a quello di un altro utente che rispondeva alla “provocazione”. C.V.D.




Il Dott. Maurizio Costanzo* (dottore si fa per dire: l’unico straccio di Laurea che è riuscito a conseguire gli è stato offerto “honoris causa” (?) dall’Università IULM) già  membro della loggia massonica Propaganda 2 (tessera 1819), Professore alla Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università La Sapienza di Roma, padre-padrone del Teatro Parioli di Roma, direttore artistico del Brancaccio di Roma, gestore della Fondazione Teatro di Latina e del Todi Arte Festival, fondatore di diverse aziende specializzate nella comunicazione mediatica e nell’immagine personale e di una società di produzione, la Fascino, nonchè consulente nei più diversi ambiti che vanno dai programmi televisivi (Palco e retropalco), agli enti pubblici (il Comune di Roma), agli incarichi di stato (il ministro delle Comunicazioni Paolo Gentiloni lo ha ad esempio nominato “consulente ‘esperto’ del digitale terrestre“), è di recente diventato Direttore Responsabile Gialli Mondadori, una delle realtà editoriali italiane più storiche e significative.

La nomina di Costanzo a Direttore Responsabile Gialli Mondadori ha visto Sergio “Alan D.” Altieri fare un passo indietro verso la poltrona di editor della stessa collana (o a non fare il passo avanti verso una posizione di maggiore responsabilità). E pensare che solo un paio di mesi fa (26 Dicembre 2009) il povero Altieri scriveva sul blog della collana:

“Il 2010 segnera’ il mio quinto anno quale Direttore Editoriale del Giallo Mondadori. Da responsabile di tali e tante scelte editoriali, non posso che ritenermi onorato e lusingato di poter continuare la tradizione iniziata dal grande Alberto Tedeschi e continuata da straordinari uomini e donne di editoria quali Oreste del Buono, Laura Grimaldi, Gianfranco Orsi, Lia Volpatti”.

Purtroppo, la sua avventura alla testa di questo longevo marchio (80 anni di vita) è terminata. Eppure il curriculum** del dottor Altieri (lui si, dottore in ingengneria meccanica) mi pare di tutto rispetto: vissuto per molti anni a cavallo tra gli Stati Uniti d’America e Milano, è scrittore, traduttore e sceneggiatore. Autore di diversi romanzi e sceneggiature per cinema e TV, collabora con il produttore Dino de Laurentiis e lavora con varie mansioni ai film Atto di forza, Conan il distruttore, L’anno del dragone e Velluto blu. Contemporaneamente, Altieri lavora come traduttore, traducendo importanti autori quali Andy McNab, David Robbins, Stuart Woods; traduce anche i primi due volumi del Preludio a Dune scritti da Brian Herbert e Kevin J. Anderson, le Cronache del ghiaccio e del fuoco, la saga fantasy di George R. R. Martin; per i Meridiani Mondadori ha tradotto i racconti di Raymond Chandler e i romanzi di Dashiell Hammett. Costanzo, invece, sembra essersi cimentato con la scrittura di 15 racconti gialli ambientati nel mondo della televisione, raccogliendo la “sfida” lanciatagli da nientepopodimenoché Alfonso Signorini (si, proprio quello di “Chi” e “TV Sorrisi e Canzoni”).

Ora, a parte chiedermi cosa spinga Altieri a rimanere lì dov’è (e non venite a dirmi che è per amore della Letteratura che mi girano i birilli), mi domando cosa diavolo abbia a che fare Maurizio Costanzo con i gialli della Mondadori (genere che, a detta sua, gli è poco familiare) e, soprattutto, dove mai troverà il tempo per dirigere anche questa eredità storica che miracolosamente siamo riusciti a conservare (anche se nel baule sbagliato).

Per chi ami questionarsi sullo stato della Letteratura italiana: si, credo ci sia qualcosa che non va.

Luigi B.

*Le informazioni sugli incarichi di Maurizio Costanzo sono state estratte da un articolo di Giuseppe Carlotti su La Voce del Ribelle.

**Il curriculum di Sergio Altieri è stato riassunto facendo riferimento alla sua pagina su Wikipedia.