Tag Archives: poetry

La recluta


Nuove braccia raccoglieranno
altre braccia dal suolo sporco
e teste di bambini rotoleranno
sparse in terra senza corpo
come vecchie bambole rotte.

Nuove braccia sopravvissute
al tempo raccatteranno pezzi
di uomo nelle borgate mute
ammassandoli in avvezzi
piccoli mucchi di morte.

Nuove braccia si laveranno
del sangue di chi raccolsero
e verso il cielo leveranno
la preghiera per chi persero
e la vendetta imbraccerà il fucile.

Le lacrime offuscheranno
la mira sorda alle urla
del dolore e dell’affanno
di chi inerme strilla
e delle madri che piangono.

Notte dei Re magi

La ragazza alla finestra ha i capelli come l’ambra
e labbra rosse color vita.
Appoggiata al davanzale accoglie il mondo con lo sguardo
e con il cuore la paura.
Da dove vieni?
Ragazza mia: il vento soffia, non viene
e come un fiume che segue la sua corrente,
senza arrivare perché non parte,
viene da ovunque e in nessun luogo si dirige.
Io non conosco la sua strada ma posso dirti cosa porta:
porta con sé la possibilità,
porta con sé le risa dei bambini,
porta con sé le grida del mondo,
porta con sé il silenzio e il rumore,
porta con sé il caldo e il freddo,
porta con se i sogni della gente,
porta con sé le parole che non ha ascoltato nessuno,
porta con sé il vincolo della libertà,
porta con sé la tristezza del viandante,
porta con sé il buio delle stanze,
porta con sé le luci della piazza,
porta con sé la vita di alcuni e la morte di altri,
porta con sé il passato e il futuro,
vive con te il presente e la speranza,
porta per te il mio odore di corpo,
porta per te la mia essenza di uomo,
porta per te i miei baci per te,
porta per te la mia voglia di dormire sul tuo seno,
porta per te il mio sorriso per te.
Ragazza mia, il vento vola perché ha la forza
non perché è leggero.

(1995)