Uccidete la democrazia!: Cremagnini, Deaglio e i brogli del 2006

Uccidete la democrazia!

 

 

(Avviso: non so per quale motivo mi si sovrappone un altro video in home page. Per vedere Uccidete la democrazia cliccate sul titolo dell’articolo per andare nella pagina del post.)

 

Beppe Cremagnani e Enrico Deaglio, con la regia di Ruben H. Oliva, hanno pensato e prodotto “Uccidete la democrazia!”, un film che si concentra sulle polemiche riguardo le elezioni politiche dell’Aprile 2006, cercando di dare fondamento alle accuse di brogli ipotizzate dalla notte stessa dei risultati elettorali. Un film-inchiesta-documentario che ricostruisce vari pezzetti di quanto accaduto prima, durante e dopo quelle fatidiche elezioni, in parte con spezzoni di riprese televisive, interviste e filmati e in parte con riproduzioni scenografiche “essenziali” ed attori decisamente non professionisti.

Senza badare troppo alla forma, di contenuti ce ne sono da vendere. Anche perchè “Uccidete la democrazia!” è un docu-film di ampio respiro non solo giornalistico ma anche storico, capace di ripercorrere i pezzi più importanti della storia della nostra Repubblica, indispensabili per poter vedere gli eventi come risultati di una serie di concause che, viste isolatamente, possono sembrare solo coincidenze. Uno spasso per chi ama porsi questioni e cercare di darsi delle risposte, ed uno spasso anche per chi ama definire tale atteggiamento come “complottismo”.

Chiunque voi siate a guardare questo film, resta incontrovertibile il fatto che “noi votiamo ma non eleggiamo”. E questo dovrebbe farci riflettere.

(Il documentario è su Arcoiristv)

One thought on “Uccidete la democrazia!: Cremagnini, Deaglio e i brogli del 2006

  1. In realtà la tesi di Deaglio su elezioni truccate nel 2006 era errata.
    Nel 2006 le elezioni furono perfettamente regolari.
    Le schede bianche diminuirono solo per la semplificazione introdotta dalla nuova legge elettorale.
    Infatti le schede bianche rimasero base anche nel 2008 e nel 2013,quando però non c’era il voto elettronico ed al ministero non c’era il CDX a poter imbrogliare.
    Nel 2001 le bianche furono 1,7 milioni,nel 2006 crollarono a solo 440000.
    Però nel 2008 furono solo 485000 e nel 2013 395000.
    quindi a più di un milione e mezzo non sono più tornate.
    A meno di credere che il CDx abbia imbrogliato anche nel 2008 e nel 2013.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *